Due chiacchiere sul caffè

Molte persone dipendono dal consumo di caffè o suoi sostituti (Dec., Gingseng,  caffè d’orzo…) per avviare la giornata. Tuttavia, la caffeina, presente nel caffè e appartenente alla famiglia degli alcaloidi, esercita un’azione stressante sull’organismo e presenta un elevato grado di tossicità.
Vediamo perchè, insieme alla nostra Nutrizionista, la Dott.ssa Baldi Manuela.

Rischi per la Salute

Il caffè può aumentare l’acidità nel corpo, compromettendo le riserve di calcio e favorendo problemi ossei e articolari, soprattutto in età avanzata.

Inoltre, la tostatura del caffè, spesso associata a coltivazioni intensive, può generare idrocarburi tossici e aumentare la presenza di radicali liberi nel corpo, mettendo a dura prova la funzionalità epatica.

Il consumo eccessivo di caffeina può provocare nervosismo, stress e aumentare i livelli di cortisolo, con possibili conseguenze sull’aumento di peso, poichè può interferire con l’assorbimento di nutrienti chiave come il ferro, il calcio e lo zinco, influenzando negativamente l’equilibrio nutrizionale.

E i sostituti?

Alcuni dati sui normali e più conosciuti sostituti del Caffè:
Il Gingseng, a causa della sua dolcezza, provoca picchi glicemici. Il Decaffeinato, invece, è una bugia… nonostante il nome infatti, contiene comunque caffeina (3 mg per tazza).
E il caffè d’orzo?
L’Orzo è un cereale che contiene glutine. L’irritazione del glutine nell’intestino passa attraverso il sangue, causando mal di testa, sfoghi sulla pelle, stanchezza cronica, mal di stomaco, dolore alle ossa.

Alternative salutari al consumo di Caffè

Alcune opzioni di bevande sostitutive, come il latte di cocco o mandorla e il caffè di cicoria, offrono un’alternativa più salutare, priva di caffeina e glutine, e possono contribuire a migliorare la salute generale e il benessere digestivo. Tuttavia, è importante considerare eventuali controindicazioni, come nel caso del caffè di cicoria durante la gravidanza.
Un’altra alternativa, è il Guaranà che contiene il doppio della caffeina ma essendo naturale, è assorbito lentamente dall’organismo.

In conclusione, per comprendere gli effetti del caffè e delle sue alternative un nutrizionista può aiutarti a prendere decisioni più consapevoli per migliorare la salute e il benessere complessivo.
Per ulteriori informazioni su come adottare abitudini alimentari più salutari, non esitare a contattarci per un appuntamento.

CHIEDI INFORMAZIONI>>